Comunità Pastorale S.Crocifisso MEDA

La nostra storia

S.Pietro da Verona

Pietro da Verona era un Maestro Predicatore dell'Ordine Domenicano nominato da papa Innocenzo IV Inquisitore Generale per le città di Milano e di Como. L'incarico attirò su di lui molti rancori che sfociarono in un complotto ordito da Stefano di Agliate il quale, per assassinarlo, assoldò due sicari Pietro Balsamo detto Carino e Albertino Porro detto Magniffo.

Avendo saputo che il 6 aprile 1252 Pietro doveva recarsi da Como a Milano i due lo attesero appostati nei boschi di Brugarolo sul territorio di Farga. Il domenicano, dopo essersi confessato e aver celebrato Messa, si incamminò da Como. A mezzogiorno giunse a Meda e, con uno dei suoi tre compagni, Domenico, chiese ospitalità al Monastero mentre gli altri due si separarono da loro. Subito dopo mezzogiorno Pietro e Domenico, senza attendere i compagni, ripresero il cammino per Milano. Quando arrivarono nei boschi di Brugarolo Albertino Porro, alla loro vista, fuggì e, incontrati i due compagni dei frati li avvertì dell'agguato. Quando essi giunsero sul luogo trovarono però Pietro già morto e Domenico morente. I funerali dell'Inquisitore si svolsero nella Chiesa Milanese di San Simpliciano e il suo corpo riposa ancor oggi nella chiesa di Sant'Eustorgio (il coltello che lo uccise è invece da sempre conservato nel Santuario di S.Pietro Martire annesso al Seminario Arcivescovile di Seveso). Il sicario Carino riuscì ad evadere dal carcere, chiese asilo ad un convento domenicano dove visse in penitenza il resto della sua vita. Il 28 marzo 1253 papa Innocenzo IV proclamò Santo Pietro da Verona.


Per ricordare

Modifiche orari Messe domenicali S.Maria Nascente

Da domenica 18 novembre, 1ª Domenica di Avvento, cambierà l’orario delle Messe domenicali che sarà il seguente:
  • in parrocchia alle ore 8.00, 11.00 e 18.30;
  • in Santuario alle ore 9.00.

É disponibile il numero di Dicembre 2018 della Voce della Comunità