Comunità Pastorale S.Crocifisso MEDA

 

Cronaca di Gennaio 2018


È disponibile l'informatore parocchiale Voce della Comunità.


7 Gennaio 2018
Domenica dopo l’Epifania
Battesimo del Signore

Giornata mondiale del migrante e del rifugiato
domenica 14 gennaio
“Accogliere, proteggere, promuovere e integrare i migranti e i rifugiati”

Il Decanato di Seregno Seveso celebra la giornata del migrante e del rifugiato con una S.Messa alle ore 11:00 nella Parrocchia di Madonna di Fatima. Organizzata in collaborazione con la Scuola di italiano per stranieri di Seregno, sarà animata da persone straniere che leggeranno le letture in lingua urdu e inglese. Particolarmente significativo sarà il gesto della presentazione dei doni all’Offertorio. Dopo la celebrazione è previsto un momento conviviale presso il salone dell’oratorio. Sono invitate a partecipare tutte le Comunità del Decanato e, in modo particolare, la nostra di Meda che ospita la celebrazione, insieme alle persone straniere e alle associazioni del territorio che le seguono. Sarà un’occasione di condivisione e vicinanza per esprimere con semplicità quella fratellanza che il Vangelo continuamente ci richiama.
Gruppo Caritas

Festa della famiglia – 28 gennaio 2018
“Ascolta: c’è famiglia”

Domenica 28 gennaio 2018 la nostra Comunità Pastorale celebrerà la Festa della Famiglia.
Riportiamo il programma della giornata a cui tutti siamo invitati a partecipare.
  • Cuore della festa saranno le Ss.Messe domenicali, che saranno animate da famiglie della Comunità.
  • Ore 12:30 PRANZO DI CONDIVISIONE nel salone Oratorio Madonna di Fatima.
    Tutte le famiglie sono invitate a essere protagoniste della festa ed a portare un piatto da condividere con tutti. Il primo piatto sarà offerto dalla Comunità.
    Per permettere una buona organizzazione del pranzo, è necessario comunicare il numero di partecipanti al pranzo alla segreteria OSC (tel.036270688, e-mail: osc.meda@gmail.com) entro venerdì 26 gennaio.
    Durante il pranzo verrà dedicato uno spazio di solidarietà per sostenere le famiglie in difficoltà della nostra Comunità, attraverso una lotteria.
    Nell’ottica della condivisione, si chiede a chiunque ne abbia la possibilità di donare dei premi, di portarli presso la segreteria dell’OSC negli orari di apertura da lunedì 15 a venerdì 26 gennaio.
  • Ore 16:00 presso il Salone dell'Oratorio di SG spettacolo teatrale “COME UNA SINFONIA” della compagnia teatrale parrocchiale I SENZATETTO. Lo spettacolo sarà preparato nelle due domeniche precedenti (14 e 21 gennaio) con l’aiuto dei bambini degli Oratori della nostra Comunità Pastorale presso l’Oratorio SG a partire dalle ore 15:30. Tutti i bambini sono invitati a partecipare.
  • A partire da domenica 14 gennaio, nelle Chiese della nostra Comunità saranno collocate delle cassettine per raccogliere le intenzioni di preghiera per le nostre famiglie, che saranno presentate all’Altare al momento dell’Offertorio durante le Ss.Messe della Festa della Famiglia.

Scuola primaria parrocchiale paritaria S.Giuseppe

La scuola Parrocchiale S.Giuseppe è lieta di aprire le sue porte ed incontrare genitori ed alunni interessati a conoscerla!

Presentazione scuola
giovedì 11 gennaio ore 21:00
OPEN DAY sabato 13 gennaio dalle ore 16:00 alle ore 18:00
Pomeriggio durante il quale i genitori e i bambini potranno conoscere da vicino la scuola e perlustrarla in ogni angolo. Il direttore, il personale della scuola e i genitori tutor saranno a disposizione per presentare gli aspetti peculiari della scuola.
Mattinata aperta
mercoledì 17 febbraio dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Viaggio nelle Marche dal 12 al 15 aprile 2018

La Comunità Pastorale ricorda il viaggio nelle Marche guidato da don Claudio previsto quest’anno dal 12 al 15 aprile. Iscrizioni presso Meda Adolfo (tel.036273171) fino ad esaurimento posti e comunque entro il 31 gennaio 2018. Si visiteranno: S.Leo, Urbino, Urbania, Pesaro, Sestino e La Verna. Per i dettagli vedere le locandine esposte, i volantini alle porte delle chiese e la Voce della Comunità di dicembre.


Comitato “Pro salone OSC”

Raccolta di oro e argento

Continua la preziosa iniziativa per la raccolta fondi per far fronte agli impegni contratti per finanziare l’ultimata ristrutturazione del salone polivalente dell’OSC. Se hai in casa una catenina rotta, o un braccialetto che non ti serve più o altri oggetti in oro e argento puoi farceli avere. Un grazie grande a tutti.

Avvisi per tutta la Comunità

  • Inizio Secondo CORSO FIDANZATI a SMN presso l’aula don Gianola: martedì 9 gennaio alle ore 21:00.
  • Gruppo di Ascolto per il Movimento Terza Età: martedì 9 gennaio alle ore 14:30 in sala parrocchiale SG.
  • Commissione Liturgica: riunione mercoledì 10 gennaio alle ore 21:00 in sala don Gianola.
  • Il Movimento Terza Età organizza, giovedì 11 gennaio alle ore 14:30 nel bar dell’Oratorio di SG, “PESCA LA TOMBOLA”: al termine tè, caffè, panettone e pandoro per tutti con gli auguri a chi ricorda compleanni di dicembre e gennaio.
  • Adorazione Eucaristica per la vita concepita promossa dai GRUPPI PRO VITA del Decanato di Seregno Seveso: sabato 13 gennaio presso il Santuario di S.Pietro Martire a Seveso, S.Messa ore 7:15 ed Adorazione Eucaristica dalle ore 8:00 alle ore 9:00, con possibilità di confessioni.
  • Incontro (di condivisione) del Gruppo Famiglie con don Tommaso per gli adulti ed il seminarista Luca per i ragazzi: sabato 13 gennaio a partire dalle ore 19:00 presso l’OSC. A seguire cena di condivisione. Per informazioni e adesioni contattare don Tommaso (cell.3333862435).
  • Gruppi di Ascolto sulla prima parte del Libro dell’Esodo: riprende in settimana l’attività mensile, come da calendario esposto alle bacheche in fondo alle chiese.
  • Un doveroso ringraziamento la Comunità Pastorale rivolge a tutti coloro che hanno preparato ed animato i diversi momenti dell’Avvento e delle Festività natalizie.

Parrocchia S.Maria Nascente

  • Per assicurare il regolare servizio in Buona Stampa occorrono dei nuovi volontari disponibili ad un turno mensile per le seguenti funzioni: S.Messa prefestiva ore 18:30 oppure S.Messa festiva ore 10:00. Lasciare i propri recapiti in segreteria o in sacrestia.

Parrocchia Madonna di Fatima

  • S.Messa di suffragio per tutti i defunti dell’anno 2017: domenica 14 gennaio alle ore 11:00.

Parrocchia S.Giacomo

  • Si cercano “baristi” che possano assicurare il servizio domenicale al bar dell’oratorio: per informazioni e per segnalare la propria disponibilità rivolgersi alla segreteria parrocchiale anche telefonicamente.

Pastorale Giovanile della Comunità

Iniziazione Cristiana
  • Gli incontri di catechismo dell’Iniziazione Cristiana riprenderanno sabato 13 gennaio per le classi 2ª e 4ª elementare.

Decanato Seregno-Seveso e Diocesi

  • Il Sinodo Minore “Chiesa dalle genti”, percorso di ascolto per una lettura matura dei cambiamenti
    Stessa religione cattolica, ma lingue e culture diverse. Come vivere la fede nelle parrocchie sempre più multietniche.
    APERTURA DOMENICA 14 GENNAIO 2018 alle ore 16:00 presso la basilica di S.Ambrogio (Milano) presieduta dall’Arcivescovo alla presenza dei Consiglio pastorale e presbiterale diocesani, dei Decani, dei Consigli pastorali decanali e di rappresentanti dei Consigli pastorali parrocchiali, delle comunità dei migranti, delle associazioni e dei movimenti.
    CONCLUSIONE SABATO 3 NOVEMBRE 2018

    Con l’intenzione di dare spessore e solidità ad un cammino di rinnovamento avviato ormai da anni, monsignor Mario Delpini chiede alla Diocesi di iniziare un percorso inedito, quello del sinodo minore. Si tratta, in un tempo relativamente breve (un anno), di attivare un percorso articolato e organizzato di ascolto e consultazione che porti il corpo ecclesiale ad una lettura matura dei cambiamenti che sta vivendo, nella convinzione che proprio dentro di essi va cercato il destino di grazia che Dio ci sta preparando. Come recita bene il titolo di questo sinodo minore (“Chiesa dalle genti”), ci è chiesto di leggere insieme come, in un periodo di grandi trasformazioni sociali e culturali, anche l’operazione di raccolta delle genti che lo Spirito santo compie da secoli qui a Milano stia conoscendo trasformazioni sensibili. C’è bisogno di un sinodo, per riuscire in un’operazione simile. Come nella precedente occasione (il sinodo 47º, nel 1995), riprendendo di quel sinodo il capitolo dedicato alla pastorale degli esteri. Questo testo chiede di essere adeguato ai cambiamenti che lo stanno interessando. Si tratta di comprendere come l’arrivo di nuovi popoli ci chiede non soltanto di attivare servizi di accoglienza e percorsi di integrazione, ma più profondamente ci chiama a realizzare una fraternità di diversi. Lo scopo di questo cammino sinodale è eminentemente pastorale. Ogni comunità cristiana, ogni realtà ecclesiale è invitata a reagire alle questioni poste da un testo che farà da guida al percorso sinodale. Ai consigli diocesani (pastorale e presbiterale) spetta il compito di fare sintesi del lungo momento di ascolto, trasformando le riflessioni raccolte in mozioni che verranno consegnate al Vescovo attraverso l’assemblea dei decani. Al centro di questo Sinodo non saranno i fenomeni migratori in quanto tali o l’impegno della Chiesa per l’accoglienza, da sempre oggetto di impegno per la Chiesa. Il tema che invece sarà messo a fuoco da questo percorso riguarda l’esperienza dentro le 1'107 parrocchie della Diocesi, la cui realtà è molto mutata in questi decenni anche per la presenza di cattolici provenienti da altre nazionalità, di lingue e culture diverse che però abitano la stessa comunità, sotto lo stesso campanile. Affinché si evitino due rischi, l’uno speculare all’altro: da un lato, che i cristiani migranti, una volta giunti a Milano, debbano pregare e celebrare solo tra di loro, per gruppi etnici o linguistici; dall’altro, che siano i cristiani “stranieri” a doversi adeguare al modo di essere chiesa preesistente. L’esito sarà una Chiesa maggiormente consapevole della propria cattolicità. Una Chiesa dalle genti che con la propria vita quotidiana saprà trasmettere serenità e capacità di futuro anche al resto del corpo sociale, aiutando a superare le paralisi e le paure con cui guardiamo spesso al fenomeno dei migranti. Una Chiesa dalle genti, una Chiesa in sinodo che intende vivere questo cammino proprio per restare fedele alla sua identità ambrosiana: come ai tempi di sant’Ambrogio, in continuità con il suo spirito.
    Mons.Luca Bressan
    Vicario episcopale
  • Potente è la tua mano, Signore. Introduzione alla Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani
    “Potente è la tua mano, Signore (Es 15,6)” è il tema della Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani 2018: il cantico celebra la vittoria di Dio contro le forze del male in relazione all’evento fondatore della fede di Israele.
    In Diocesi è stato indetto un Sinodo minore dal titolo “Chiesa dalle genti”, che vuole rileggere i processi di cambiamento in atto per coglierne l’azione dello Spirito.
    Processi che riguardano tutte le chiese cristiane, anch’esse rinnovate dalla presenza di fedeli da tutto il mondo.
    Il programma della Settimana si caratterizza per le celebrazioni dei vesperi secondo le diverse tradizioni, così da offrire la possibilità di incontrare una comunità che celebra la sua fede.
    Il 25 gennaio nel Tempio Valdese, alla presenza di mons.Delpini, verrà celebrato il 20º anniversario dalla nascita del Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano, che ebbe un forte impulso dal cardinal Martini.
    Il cammino di questi anni è stato entusiasmante e non sempre facile: si sono superate le diffidenze iniziali con una stima fiorita in vera amicizia.
    La situazione oggi è molto diversa, come dice il convegno del 20 gennaio dal titolo “Ecumenismo 2.0”, teso a sottolineare ciò che lo Spirito sta suscitando.
    La serata per i giovani del 22 gennaio in sant’Ambrogio vede coinvolte le comunità giovanili ortodosse romene, copte, russe, e quella metodista che ha al suo interno un gruppo di giovani ghanesi; per la nostra Diocesi hanno collaborato la Pastorale Universitaria e i Movimenti.
    Una preghiera, una cena in cui ciascuno porta piatti tipici del proprio paese, e tanti canti natalizi (liturgici e popolari) delle diverse tradizioni eseguiti a turno dalle varie comunità.
    Incontrarsi e riconoscersi reciprocamente porta a scoprire che il cuore di ciascuno ha le stesse domande e gli stessi desideri, e l’affetto per la persona di Gesù ci fa sperimentare, nella diversità suscitata dallo Spirito, che siamo fratelli perché figli di un unico Padre.
    In allegato il volantino illustrativo.
    diac.Roberto Pagani
    Responsabile Servizio per l'Ecumenismo e il Dialogo
    Arcidiocesi di Milano

14 Gennaio 2018
2ª domenica dopo l’Epifania

Giornata mondiale del migrante e del rifugiato
domenica 14 gennaio
“Accogliere, proteggere, promuovere e integrare i migranti e i rifugiati”

Il Decanato di Seregno Seveso celebra questa domenica la giornata del migrante e del rifugiato con una S.Messa alle ore 11:00 nella Parrocchia di Madonna di Fatima. Organizzata in collaborazione con la Scuola di italiano per stranieri di Seregno, sarà animata da persone straniere che leggeranno le letture in lingua urdu e inglese. Particolarmente significativo sarà il gesto della presentazione dei doni all’Offertorio. Dopo la celebrazione è previsto un momento conviviale presso il salone dell’oratorio. Sono invitate a partecipare tutte le Comunità del Decanato e, in modo particolare, la nostra di Meda che ospita la celebrazione, insieme alle persone straniere e alle associazioni del territorio che le seguono. Sarà un’occasione di condivisione e vicinanza per esprimere con semplicità quella fratellanza che il Vangelo continuamente ci richiama.
Gruppo Caritas

Oggi, ore 16.00, presso la Basilica di S.Ambrogio (Milano)
APERTURA DEL SINODO MINORE “CHIESA DALLE GENTI”

È presieduta dall’Arcivescovo alla presenza dei Consiglio pastorale e presbiterale diocesani, dei Decani, dei Consigli pastorali decanali e di rappresentanti dei Consigli pastorali parrocchiali, delle comunità dei migranti, delle associazioni e dei movimenti.
Sarà un percorso di ascolto per una lettura matura dei cambiamenti. Stessa religione cattolica, ma lingue e culture diverse. Come vivere la fede nelle parrocchie sempre più multietniche.
Altre informazioni nella sezione Diocesi.

Festa della famiglia – 28 gennaio 2018
“Ascolta: c’è famiglia”

Domenica 28 gennaio 2018 la nostra Comunità Pastorale celebrerà la Festa della Famiglia.
Riportiamo il programma della giornata a cui tutti siamo invitati a partecipare.
  • Cuore della festa saranno le Ss.Messe domenicali, che saranno animate da famiglie della Comunità.
  • Ore 12:30 PRANZO DI CONDIVISIONE nel salone Oratorio Madonna di Fatima.
    Tutte le famiglie sono invitate a essere protagoniste della festa ed a portare un piatto da condividere con tutti. Il primo piatto sarà offerto dalla Comunità.
    Per permettere una buona organizzazione del pranzo, è necessario comunicare il numero di partecipanti al pranzo alla segreteria OSC (tel.036270688, e-mail: osc.meda@gmail.com) entro venerdì 26 gennaio.
    Durante il pranzo verrà dedicato uno spazio di solidarietà per sostenere le famiglie in difficoltà della nostra Comunità, attraverso una lotteria.
    Nell’ottica della condivisione, si chiede a chiunque ne abbia la possibilità di donare dei premi, di portarli presso la segreteria dell’OSC negli orari di apertura da lunedì 15 a venerdì 26 gennaio.
  • Ore 16:00 presso il Salone dell'Oratorio di SG spettacolo teatrale “COME UNA SINFONIA” della compagnia teatrale parrocchiale I SENZATETTO. Lo spettacolo sarà preparato nelle due domeniche precedenti (14 e 21 gennaio) con l’aiuto dei bambini degli Oratori della nostra Comunità Pastorale presso l’Oratorio SG a partire dalle ore 15:30. Tutti i bambini sono invitati a partecipare.
  • A partire da domenica 14 gennaio, nelle Chiese della nostra Comunità saranno collocate delle cassettine per raccogliere le intenzioni di preghiera per le nostre famiglie, che saranno presentate all’Altare al momento dell’Offertorio durante le Ss.Messe della Festa della Famiglia.

La Festa per la celebrazione degli Anniversari di Matrimonio sarà il 6 maggio 2018


È il momento per i genitori di scegliere per i propri figli l’Istituto scolastico con l’eventuale indirizzo di studio, ma anche di decidere se avvalersi dell’insegnamento dell’ora di religione cattolica, attraverso la quale aiutare i nostri giovani a una comprensione più profonda ed autentica del cristianesimo e della sua tradizione (vedi articolo di don Fabio sulla Voce della Comunità di questo mese).


Viaggio nelle Marche dal 12 al 15 aprile 2018

La Comunità Pastorale ricorda il viaggio nelle Marche guidato da don Claudio previsto quest’anno dal 12 al 15 aprile. Iscrizioni presso Meda Adolfo (tel.036273171) fino ad esaurimento posti e comunque entro il 31 gennaio 2018. Si visiteranno: S.Leo, Urbino, Urbania, Pesaro, Sestino e La Verna. Per i dettagli vedere le locandine esposte, i volantini alle porte delle chiese e la Voce della Comunità di gennaio a pagina 21.


Comitato “Pro salone OSC”

Raccolta di oro e argento

Continua la preziosa iniziativa per la raccolta fondi per far fronte agli impegni contratti per finanziare l’ultimata ristrutturazione del salone polivalente dell’OSC. Se hai in casa una catenina rotta, o un braccialetto che non ti serve più o altri oggetti in oro e argento puoi farceli avere. Un grazie grande a tutti.

Avvisi per tutta la Comunità

  • Falò di S.Antonio: mercoledì 17 gennaio ore 21:00 in via S.Maria (zona civico 73). Maggiori informazioni sul volantino.
  • L’Arcivescovo mons.Mario Delpini incontra i Consigli Pastorali della zona V di Monza martedì 16 gennaio alle ore 21:00 nella chiesa di S.Maria Nascente. Non sarà celebrata in S.Maria Nascente la S.Messa delle ore 20:30.
  • La XXIX Giornata nazionale per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo religioso ebraico–cristiano si celebra mercoledì 17 gennaio.
  • Primo di tre momenti per riflettere sulla capacità della comunità di prendersi cura delle persone più deboli “UNICI MA NON DA SOLI – per prendersi cura delle persone”: mercoledì 17 gennaio, alle ore 14:00 presso il liceo “Marie Curie” di Meda. I momenti sono organizzati a cura della Commissione “Scuola” della Comunità Pastorale in collaborazione con le Scuole Superiori “Marie Curie” e “Don Milani” di Meda ed il patrocinio della Città di Meda: titolo di questo primo incontro è “EDUCARE ALLA LEGALITÀ” con Francesco Rigitano dell’Associazione don Milani di Gioiosa Ionica (Rc).
  • Scuola Primaria Parrocchiale Paritaria S.Giuseppe, Mattinata Aperta per tutti quelli che desiderano visitare la scuola: mercoledì 17 gennaio dalle ore 9:00 alle ore 12:00.
  • La settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani inizia giovedì 18 gennaio. Per la nostra zona V di Monza sono proposte: giovedì 18 gennaio alle ore 20:45 a Monza, Fiaccolata e Celebrazione Ecumenica della Parola con partenza dalla chiesa di Tutti i Santi c/o Beata Vergine di Caravaggio in S.Gregorio (via Guarenti n.11) ed arrivo alla chiesa Regina Pacis Via Buonarroti n.45; venerdì 19 gennaio alle ore 20:45 a Cantù, Celebrazione Ecumenica della Parola presso la chiesa di S.Vincenzo in Galliano (via S.Vincenzo); giovedì 25 gennaio alle ore 21:00 a Monza, Preghiera di conclusione della Settimana presso la chiesa delle Grazie Vecchie (via Santuario delle Grazie Vecchie).
  • Celebrazione della Divina Liturgia di S.Giovanni Crisostomo (in rito bizantino), valida anche come S.Messa vigiliare della domenica: sabato 20 gennaio, a SMN alle ore 18:00 (e non ore 18:30 come è l’orario solito della S.Messa prefestiva).
  • Domenica 21 gennaio, Festa votiva di S.Sebastiano, verrà bruciato “il pallone”, simbolo della vita del martire offerta al Signore all’inizio della S.Messa delle ore 8:30 in Santuario.

Parrocchia S.Maria Nascente

  • Il mensile diocesano Il Segno di è uscito: gli abbonati lo possono ritirare in sacrestia.
  • L’informatore “La Voce della Comunità” di è uscito: lo trovate sulle balaustre degli altari laterali, in fondo alla chiesa ed in Buona Stampa al prezzo/offerta di € 1,50.
  • Per assicurare il regolare servizio in Buona Stampa occorrono dei nuovi volontari disponibili ad un turno mensile per le seguenti funzioni: S.Messa prefestiva ore 18:30 oppure S.Messa festiva ore 10:00. Lasciare i propri recapiti in segreteria o in sacrestia.

Parrocchia Madonna di Fatima

  • L’informatore “La Voce della Comunità” di è a disposizione in Buona Stampa al prezzo/offerta di € 1,50.
  • Movimento Terza Età e simpatizzanti: domenica 21 gennaio incontro di preghiera in chiesa alle ore 14:45; segue, in oratorio, momento di festa con tombolata e festeggiamenti per chi ricorda il proprio compleanno.

Parrocchia S.Giacomo

  • L’informatore “La Voce della Comunità” con Il Segno di è a disposizione, in Buona Stampa ed in distribuzione in settimana agli abbonati.

Pastorale Giovanile della Comunità

Iniziazione Cristiana
  • Sabato 20 gennaio riprende la catechesi dei ragazzi/e di 3ªelementare.
  • L'appuntamento di catechesi di 5ª elementare è posticipato a domenica 21 gennaio per permettere ai ragazzi/e la partecipazione agli Open Day del giorno prima. Il programma sarà: ritrovo (per tutte e tre le parrocchie) in OSC alle ore 10:00; attività con i catechisti; ore 11:30 celebrazione della S.Messa presso la cappella dell'Oratorio (è possibile anche la partecipazione dei genitori). L'incontro termina alle 12:30. Non è previsto il pranzo.
Mercoledì all'oratorio
  • Continua la proposta del Mercoledì all'oratorio. Ogni mercoledì ci troveremo in OSC con gli animatori per giocare e preparare lo striscione della Festa di carnevale del 17 febbraio. Appuntamento in OSC alle 16:30.
Festa della famiglia
  • Le domeniche 14 e 21 gennaio, alle ore 15.30 presso l’Oratorio S.Giacomo, la Compagnia teatrale I Senzatetto aspetta bambini e ragazzi per preparare insieme lo spettacolo teatrale che si svolgerà in occasione della festa della famiglia del 28 gennaio.

Decanato Seregno-Seveso e Diocesi

  • Venerdì 19 gennaio, alle ore 21 presso il FLA (Fondazione Lombardia per l’Ambiente) -Largo 10 luglio 1976 n.1, Seveso-, incontro con monsignor Filippo Santoro, Arcivescovo di Taranto e Presidente della Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, che dialogherà con la società civile di Seveso a partire dal discorso del Santo Padre a Cesena del 1º ottobre 2017.
  • Sabato 20 gennaio incontro di riflessione sulla Giornata diocesana della Solidarietà di domenica 21 gennaio presso il Centro Pastorale Ambrosiano di Seveso sul tema «Ci sarà ancora lavoro per i giovani?» con la partecipazione dell’arcivescovo mons.Delpini e altri relatori. Arrivo e registrazione per le ore 9:15 (info e iscrizioni: tel.028556430; sociale@diocesi.milano.it; www.occhisulsociale.it), conclusioni ore 12:30.
  • Il Sinodo Minore “Chiesa dalle genti”, percorso di ascolto per una lettura matura dei cambiamenti
    Stessa religione cattolica, ma lingue e culture diverse. Come vivere la fede nelle parrocchie sempre più multietniche.
    APERTURA DOMENICA 14 GENNAIO 2018 alle ore 16:00 presso la basilica di S.Ambrogio (Milano) presieduta dall’Arcivescovo alla presenza dei Consiglio pastorale e presbiterale diocesani, dei Decani, dei Consigli pastorali decanali e di rappresentanti dei Consigli pastorali parrocchiali, delle comunità dei migranti, delle associazioni e dei movimenti.
    CONCLUSIONE SABATO 3 NOVEMBRE 2018

    Con l’intenzione di dare spessore e solidità ad un cammino di rinnovamento avviato ormai da anni, monsignor Mario Delpini chiede alla Diocesi di iniziare un percorso inedito, quello del sinodo minore. Si tratta, in un tempo relativamente breve (un anno), di attivare un percorso articolato e organizzato di ascolto e consultazione che porti il corpo ecclesiale ad una lettura matura dei cambiamenti che sta vivendo, nella convinzione che proprio dentro di essi va cercato il destino di grazia che Dio ci sta preparando. Come recita bene il titolo di questo sinodo minore (“Chiesa dalle genti”), ci è chiesto di leggere insieme come, in un periodo di grandi trasformazioni sociali e culturali, anche l’operazione di raccolta delle genti che lo Spirito santo compie da secoli qui a Milano stia conoscendo trasformazioni sensibili. C’è bisogno di un sinodo, per riuscire in un’operazione simile. Come nella precedente occasione (il sinodo 47º, nel 1995), riprendendo di quel sinodo il capitolo dedicato alla pastorale degli esteri. Questo testo chiede di essere adeguato ai cambiamenti che lo stanno interessando. Si tratta di comprendere come l’arrivo di nuovi popoli ci chiede non soltanto di attivare servizi di accoglienza e percorsi di integrazione, ma più profondamente ci chiama a realizzare una fraternità di diversi. Lo scopo di questo cammino sinodale è eminentemente pastorale. Ogni comunità cristiana, ogni realtà ecclesiale è invitata a reagire alle questioni poste da un testo che farà da guida al percorso sinodale. Ai consigli diocesani (pastorale e presbiterale) spetta il compito di fare sintesi del lungo momento di ascolto, trasformando le riflessioni raccolte in mozioni che verranno consegnate al Vescovo attraverso l’assemblea dei decani. Al centro di questo Sinodo non saranno i fenomeni migratori in quanto tali o l’impegno della Chiesa per l’accoglienza, da sempre oggetto di impegno per la Chiesa. Il tema che invece sarà messo a fuoco da questo percorso riguarda l’esperienza dentro le 1'107 parrocchie della Diocesi, la cui realtà è molto mutata in questi decenni anche per la presenza di cattolici provenienti da altre nazionalità, di lingue e culture diverse che però abitano la stessa comunità, sotto lo stesso campanile. Affinché si evitino due rischi, l’uno speculare all’altro: da un lato, che i cristiani migranti, una volta giunti a Milano, debbano pregare e celebrare solo tra di loro, per gruppi etnici o linguistici; dall’altro, che siano i cristiani “stranieri” a doversi adeguare al modo di essere chiesa preesistente. L’esito sarà una Chiesa maggiormente consapevole della propria cattolicità. Una Chiesa dalle genti che con la propria vita quotidiana saprà trasmettere serenità e capacità di futuro anche al resto del corpo sociale, aiutando a superare le paralisi e le paure con cui guardiamo spesso al fenomeno dei migranti. Una Chiesa dalle genti, una Chiesa in sinodo che intende vivere questo cammino proprio per restare fedele alla sua identità ambrosiana: come ai tempi di sant’Ambrogio, in continuità con il suo spirito.
    Mons.Luca Bressan
    Vicario episcopale
  • La Comunità adulta educante
    In vista della prossima Settimana dell’educazione (21-31 gennaio), è utile recuperare il significato di alcune parole particolarmente importanti.
    Quando parliamo di Comunità educante a chi ci stiamo riferendo? Nel vissuto quotidiano è immediato pensare all’insieme degli operatori pastorali dell’oratorio. Non è sbagliato, purché non si perda la consapevolezza che chi si dedica all’azione educativa può farlo solo se inserito in un vissuto ecclesiale vivo.
    Occorre andare oltre un’idea unicamente organizzativa della Chiesa e sentirsi inseriti nella richiesta del nostro Arcivescovo Mario: recuperare il desiderio di iniziare subito il Regno di Dio. Quando parliamo di Comunità educante vogliamo quindi riferirci alla Chiesa nel suo mistero e nella sua missione, visibili oggi in una Comunità concreta, fatta di uomini e di donne, bambini, giovani, anziani che amano, sperano, soffrono, in un particolare territorio. È una Comunità viva e cosciente di sé, che cammina con la cintura ai fianchi e il bastone in mano, pronta ad uscire per annunciare e vivere il Vangelo della gioia. Soltanto una Comunità che alimenta il desiderio missionario, può generare un’azione educativa vera e seria.
    Come ci ha insegnato il card.Martini, il vero credente non si esonera mai dalla responsabilità educativa. È un’affermazione forte che ci ricorda che, in quanto adulti, siamo sempre chiamati alla responsabilità e alla relazione educativa con i ragazzi in crescita. L’incontro con i ragazzi e i giovani ci provoca ad assumere peculiari responsabilità umane e sociali, soprattutto oggi che viviamo un contesto culturale in cui spesso sono proprio gli adulti a voler fuggire dalla loro condizione di maturità. In questo senso, la prima preoccupazione di una Comunità educante non è di formare, ma di formarsi!
    È inoltre bene ricordare che una Comunità può dirsi educante se sa riconoscere l’azione educativa del Padre verso di essa. Una Comunità deve quindi mantenere vivo il desiderio di incontrare la Parola del Vangelo, per rintracciare e assimilare lo stile educativo di Gesù, senza dimenticare la centralità di un vissuto fraterno intenso e l’acquisizione di nuove competenze pedagogiche specifiche necessarie per affrontare la complessità dei bisogni educativi di oggi.
    La settimana dell’educazione va colta quindi come l’occasione per rinnovare insieme la coscienza di essere educatori in quanto adulti credenti.
    don Stefano Guidi
    Direttore Fom
    Responsabile del Servizio per l’Oratorio e lo Sport
    Arcidiocesi di Milano
  • Potente è la tua mano, Signore. Introduzione alla Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani
    “Potente è la tua mano, Signore (Es 15,6)” è il tema della Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani 2018: il cantico celebra la vittoria di Dio contro le forze del male in relazione all’evento fondatore della fede di Israele.
    In Diocesi è stato indetto un Sinodo minore dal titolo “Chiesa dalle genti”, che vuole rileggere i processi di cambiamento in atto per coglierne l’azione dello Spirito.
    Processi che riguardano tutte le chiese cristiane, anch’esse rinnovate dalla presenza di fedeli da tutto il mondo.
    Il programma della Settimana si caratterizza per le celebrazioni dei vesperi secondo le diverse tradizioni, così da offrire la possibilità di incontrare una comunità che celebra la sua fede.
    Il 25 gennaio nel Tempio Valdese, alla presenza di mons.Delpini, verrà celebrato il 20º anniversario dalla nascita del Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano, che ebbe un forte impulso dal cardinal Martini.
    Il cammino di questi anni è stato entusiasmante e non sempre facile: si sono superate le diffidenze iniziali con una stima fiorita in vera amicizia.
    La situazione oggi è molto diversa, come dice il convegno del 20 gennaio dal titolo “Ecumenismo 2.0”, teso a sottolineare ciò che lo Spirito sta suscitando.
    La serata per i giovani del 22 gennaio in sant’Ambrogio vede coinvolte le comunità giovanili ortodosse romene, copte, russe, e quella metodista che ha al suo interno un gruppo di giovani ghanesi; per la nostra Diocesi hanno collaborato la Pastorale Universitaria e i Movimenti.
    Una preghiera, una cena in cui ciascuno porta piatti tipici del proprio paese, e tanti canti natalizi (liturgici e popolari) delle diverse tradizioni eseguiti a turno dalle varie comunità.
    Incontrarsi e riconoscersi reciprocamente porta a scoprire che il cuore di ciascuno ha le stesse domande e gli stessi desideri, e l’affetto per la persona di Gesù ci fa sperimentare, nella diversità suscitata dallo Spirito, che siamo fratelli perché figli di un unico Padre.
    In allegato il volantino illustrativo.
    diac.Roberto Pagani
    Responsabile Servizio per l'Ecumenismo e il Dialogo
    Arcidiocesi di Milano

21 Gennaio 2018
3ª domenica dopo l’Epifania
Giornata diocesana della Solidarietà

Festa della famiglia – 28 gennaio 2018
“Ascolta: c’è famiglia”

Domenica 28 gennaio 2018 la nostra Comunità Pastorale celebrerà la Festa della Famiglia.
Riportiamo il programma della giornata a cui tutti siamo invitati a partecipare.
  • Cuore della festa saranno le Ss.Messe domenicali, che saranno animate da famiglie della Comunità.
  • Ore 12:30 PRANZO DI CONDIVISIONE nel salone Oratorio Madonna di Fatima.
    Tutte le famiglie sono invitate a essere protagoniste della festa ed a portare un piatto da condividere con tutti. Il primo piatto sarà offerto dalla Comunità.
    Per permettere una buona organizzazione del pranzo, è necessario comunicare il numero di partecipanti al pranzo alla segreteria OSC (tel.036270688, e-mail: osc.meda@gmail.com) entro venerdì 26 gennaio.
    Durante il pranzo verrà dedicato uno spazio di solidarietà per sostenere le famiglie in difficoltà della nostra Comunità, attraverso una lotteria.
    Nell’ottica della condivisione, si chiede a chiunque ne abbia la possibilità di donare dei premi, di portarli presso la segreteria dell’OSC negli orari di apertura da lunedì 15 a venerdì 26 gennaio.
  • Ore 16:00 presso il Salone dell'Oratorio di SG spettacolo teatrale “COME UNA SINFONIA” della compagnia teatrale parrocchiale I SENZATETTO. Lo spettacolo sarà preparato nelle due domeniche precedenti (14 e 21 gennaio) con l’aiuto dei bambini degli Oratori della nostra Comunità Pastorale presso l’Oratorio SG a partire dalle ore 15:30. Tutti i bambini sono invitati a partecipare.
  • A partire da domenica 14 gennaio, nelle Chiese della nostra Comunità sono collocate delle cassettine per raccogliere le intenzioni di preghiera per le nostre famiglie, che saranno presentate all’Altare al momento dell’Offertorio durante le Ss.Messe della Festa della Famiglia.

La Festa per la celebrazione degli Anniversari di Matrimonio sarà il 6 maggio 2018


5 febbraio: festa di S.Agata
una cena in allegria

Senza differenza di età, festeggiamo S.Agata a Madonna di Fatima con una cena in allegria sabato 3 febbraio alle ore 19:30

Se vuoi partecipare dai il tuo nome nelle rispettive segreterie di SMN, SG e MdF, versando la quota di €20,00. Sarà rilasciata una ricevuta da presentare alla cena. Le iscrizioni entro il 31 gennaio p.v..


È il momento per i genitori di scegliere per i propri figli l’Istituto scolastico con l’eventuale indirizzo di studio, ma anche di decidere se avvalersi dell’insegnamento dell’ora di religione cattolica, attraverso la quale aiutare i nostri giovani a una comprensione più profonda ed autentica del cristianesimo e della sua tradizione (vedi articolo di don Fabio sulla Voce della Comunità di questo mese).


Causa pia asilo infantile - Meda
Iscrizioni anno scolastico 2018/19 per i bambini nati nel 2013-2014-2015

Sono aperte le iscrizioni per le Scuole dell’Infanzia “Maria Bambina” –via Matteotti 21– e “Giovanni XXIII” –via Giovanni XXIII– presso le rispettive sedi dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 11:30. Chiusura entro martedì 6 febbraio o a esaurimento posti disponibili.


Viaggio nelle Marche dal 12 al 15 aprile 2018

La Comunità Pastorale ricorda il viaggio nelle Marche guidato da don Claudio previsto quest’anno dal 12 al 15 aprile. Iscrizioni presso Meda Adolfo (tel.036273171) fino ad esaurimento posti e comunque entro il 31 gennaio 2018. Si visiteranno: S.Leo, Urbino, Urbania, Pesaro, Sestino e La Verna. Per i dettagli vedere le locandine esposte, i volantini alle porte delle chiese e la Voce della Comunità di gennaio a pagina 21.


Comitato “Pro salone OSC”

Raccolta di oro e argento

Continua la preziosa iniziativa per la raccolta fondi per far fronte agli impegni contratti per finanziare l’ultimata ristrutturazione del salone polivalente dell’OSC. Se hai in casa una catenina rotta, o un braccialetto che non ti serve più o altri oggetti in oro e argento puoi farceli avere. Un grazie grande a tutti.

Avvisi per tutta la Comunità

  • Questa domenica, 21 gennaio, Festa votiva di S.Sebastiano, verrà bruciato “il pallone”, simbolo della vita del martire offerta al Signore, all’inizio della S.Messa delle ore 8:30 in Santuario.
  • Gruppi di Ascolto: incontro degli animatori lunedì 22 gennaio ore 21:00 a SG.
  • La settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani si conclude giovedì 25 gennaio. Per la nostra zona V di Monza, Preghiera di conclusione della Settimana presso la chiesa delle Grazie Vecchie (via Santuario delle Grazie Vecchie).
  • Il Movimento Terza Età promuove, giovedì 25 gennaio alle ore 14:30 presso il bar dell’OSC, un momento di preghiera a cui seguiranno la tombolata e festeggiamenti per coloro che hanno compiuto gli anni a novembre, dicembre o li compiono nel mese. Vi aspettiamo numerosi.
  • Copie del quotidiano “AVVENIRE” con un inserto speciale per la GIORNATA PER LA VITA di domenica 4 febbraio saranno a disposizione, domenica 28 gennaio, presso la Buona Stampa di tutte e tre le parrocchie ed in Santuario.

Parrocchia S.Maria Nascente

  • Per assicurare il regolare servizio in Buona Stampa occorrono dei nuovi volontari disponibili ad un turno mensile per le seguenti funzioni: S.Messa prefestiva ore 18:30 oppure S.Messa festiva ore 10:00. Lasciare i propri recapiti in segreteria o in sacrestia.

Parrocchia Madonna di Fatima

  • Movimento Terza Età e simpatizzanti: questa domenica, 21 gennaio, incontro di preghiera in chiesa alle ore 14:45; segue, in oratorio, momento di festa con tombolata e festeggiamenti per chi ricorda il proprio compleanno.
  • Inizia questa settimana la visita natalizia alle famiglie (rinviata il mese di dicembre per i problemi di salute di don Angelo) per un incontro e una preghiera: si passa verso sera, dalle ore 16:30 alle ore 20:00 circa, per le seguenti vie:
    Lunedì 22/01:
    via Ferrara, via Ticino dal n.1 al n.9 e dal n.21 al n.33
    Martedì 23/01:
    via Po dal n.115 al n.145, via Adria dal n.2 al n.19 (NO n.21 e 23)
    Mercoledì 24/01:
    via Adria n.21 e n.23, via Forlì, via Ravenna (NO n.8)
    Giovedì 25/01:
    Via Ravenna n.8, via Pordenone, via Gorizia, via della Cavalla, via Adda n.14 e n.15
    Venerdì 26/01:
    via Adda, via Tre Venezie

    Per il momento di preghiera in casa è bello accendere un piccolo cero sulla tavola: ogni famiglia può prenderne uno alle porte della chiesa.

Parrocchia S.Giacomo

  • Si cercano “baristi” che possano assicurare il servizio domenicale al bar dell’oratorio: per informazioni e per segnalare la propria disponibilità rivolgersi alla segreteria parrocchiale anche telefonicamente.

Pastorale Giovanile della Comunità

Iniziazione Cristiana
  • Continua la proposta del Mercoledì all'oratorio. Ogni mercoledì ci troveremo in OSC con gli animatori per giocare e preparare lo striscione della Festa di carnevale del 17 febbraio. Appuntamento in OSC alle 16:30.
  • «Mi dica lei se sbaglio»: vogliamo offrire ai genitori dei ragazzi dell’Iniziazione cristiana un percorso formativo in tre passaggi. Aprirà il dott.Aldo Zaboi evocando i luoghi e i momenti in cui incrociamo come adulti e genitori il tema dell’errore; la dott.ssa Claudia Polloni ci aiuterà a comprendere le dinamiche interiori che sono in gioco nel momento dell’errore e della correzione dello sbaglio; don Tommaso Castiglioni proporrà alla luce della Parola di Dio alcune linee sintetiche. A momenti di ascolto dei relatori seguirà la discussione con i presenti.
    L’appuntamento è per tre lunedì consecutivi (29/01; 5/02; 12/02), presso il salone dell’OSC (via Cantore n.2), alle ore 21:00. È raccomandata l’iscrizione (gratuita), inviando una mail a osc.meda@gmail.com.
Festa della famiglia
  • Questa domenica, alle ore 15:30 presso l’Oratorio S.Giacomo, la Compagnia teatrale I Senzatetto aspetta bambini e ragazzi per preparare insieme lo spettacolo teatrale che si svolgerà in occasione della festa della famiglia del 28 gennaio.

Decanato Seregno-Seveso e Diocesi

  • Il Sinodo Minore “Chiesa dalle genti”, percorso di ascolto per una lettura matura dei cambiamenti
    Stessa religione cattolica, ma lingue e culture diverse. Come vivere la fede nelle parrocchie sempre più multietniche.
    APERTURA DOMENICA 14 GENNAIO 2018 alle ore 16:00 presso la basilica di S.Ambrogio (Milano) presieduta dall’Arcivescovo alla presenza dei Consiglio pastorale e presbiterale diocesani, dei Decani, dei Consigli pastorali decanali e di rappresentanti dei Consigli pastorali parrocchiali, delle comunità dei migranti, delle associazioni e dei movimenti.
    CONCLUSIONE SABATO 3 NOVEMBRE 2018

    Con l’intenzione di dare spessore e solidità ad un cammino di rinnovamento avviato ormai da anni, monsignor Mario Delpini chiede alla Diocesi di iniziare un percorso inedito, quello del sinodo minore. Si tratta, in un tempo relativamente breve (un anno), di attivare un percorso articolato e organizzato di ascolto e consultazione che porti il corpo ecclesiale ad una lettura matura dei cambiamenti che sta vivendo, nella convinzione che proprio dentro di essi va cercato il destino di grazia che Dio ci sta preparando. Come recita bene il titolo di questo sinodo minore (“Chiesa dalle genti”), ci è chiesto di leggere insieme come, in un periodo di grandi trasformazioni sociali e culturali, anche l’operazione di raccolta delle genti che lo Spirito santo compie da secoli qui a Milano stia conoscendo trasformazioni sensibili. C’è bisogno di un sinodo, per riuscire in un’operazione simile. Come nella precedente occasione (il sinodo 47º, nel 1995), riprendendo di quel sinodo il capitolo dedicato alla pastorale degli esteri. Questo testo chiede di essere adeguato ai cambiamenti che lo stanno interessando. Si tratta di comprendere come l’arrivo di nuovi popoli ci chiede non soltanto di attivare servizi di accoglienza e percorsi di integrazione, ma più profondamente ci chiama a realizzare una fraternità di diversi. Lo scopo di questo cammino sinodale è eminentemente pastorale. Ogni comunità cristiana, ogni realtà ecclesiale è invitata a reagire alle questioni poste da un testo che farà da guida al percorso sinodale. Ai consigli diocesani (pastorale e presbiterale) spetta il compito di fare sintesi del lungo momento di ascolto, trasformando le riflessioni raccolte in mozioni che verranno consegnate al Vescovo attraverso l’assemblea dei decani. Al centro di questo Sinodo non saranno i fenomeni migratori in quanto tali o l’impegno della Chiesa per l’accoglienza, da sempre oggetto di impegno per la Chiesa. Il tema che invece sarà messo a fuoco da questo percorso riguarda l’esperienza dentro le 1'107 parrocchie della Diocesi, la cui realtà è molto mutata in questi decenni anche per la presenza di cattolici provenienti da altre nazionalità, di lingue e culture diverse che però abitano la stessa comunità, sotto lo stesso campanile. Affinché si evitino due rischi, l’uno speculare all’altro: da un lato, che i cristiani migranti, una volta giunti a Milano, debbano pregare e celebrare solo tra di loro, per gruppi etnici o linguistici; dall’altro, che siano i cristiani “stranieri” a doversi adeguare al modo di essere chiesa preesistente. L’esito sarà una Chiesa maggiormente consapevole della propria cattolicità. Una Chiesa dalle genti che con la propria vita quotidiana saprà trasmettere serenità e capacità di futuro anche al resto del corpo sociale, aiutando a superare le paralisi e le paure con cui guardiamo spesso al fenomeno dei migranti. Una Chiesa dalle genti, una Chiesa in sinodo che intende vivere questo cammino proprio per restare fedele alla sua identità ambrosiana: come ai tempi di sant’Ambrogio, in continuità con il suo spirito.
    Mons.Luca Bressan
    Vicario episcopale
  • La Comunità adulta educante
    In vista della prossima Settimana dell’educazione (21-31 gennaio), è utile recuperare il significato di alcune parole particolarmente importanti.
    Quando parliamo di Comunità educante a chi ci stiamo riferendo? Nel vissuto quotidiano è immediato pensare all’insieme degli operatori pastorali dell’oratorio. Non è sbagliato, purché non si perda la consapevolezza che chi si dedica all’azione educativa può farlo solo se inserito in un vissuto ecclesiale vivo.
    Occorre andare oltre un’idea unicamente organizzativa della Chiesa e sentirsi inseriti nella richiesta del nostro Arcivescovo Mario: recuperare il desiderio di iniziare subito il Regno di Dio. Quando parliamo di Comunità educante vogliamo quindi riferirci alla Chiesa nel suo mistero e nella sua missione, visibili oggi in una Comunità concreta, fatta di uomini e di donne, bambini, giovani, anziani che amano, sperano, soffrono, in un particolare territorio. È una Comunità viva e cosciente di sé, che cammina con la cintura ai fianchi e il bastone in mano, pronta ad uscire per annunciare e vivere il Vangelo della gioia. Soltanto una Comunità che alimenta il desiderio missionario, può generare un’azione educativa vera e seria.
    Come ci ha insegnato il card.Martini, il vero credente non si esonera mai dalla responsabilità educativa. È un’affermazione forte che ci ricorda che, in quanto adulti, siamo sempre chiamati alla responsabilità e alla relazione educativa con i ragazzi in crescita. L’incontro con i ragazzi e i giovani ci provoca ad assumere peculiari responsabilità umane e sociali, soprattutto oggi che viviamo un contesto culturale in cui spesso sono proprio gli adulti a voler fuggire dalla loro condizione di maturità. In questo senso, la prima preoccupazione di una Comunità educante non è di formare, ma di formarsi!
    È inoltre bene ricordare che una Comunità può dirsi educante se sa riconoscere l’azione educativa del Padre verso di essa. Una Comunità deve quindi mantenere vivo il desiderio di incontrare la Parola del Vangelo, per rintracciare e assimilare lo stile educativo di Gesù, senza dimenticare la centralità di un vissuto fraterno intenso e l’acquisizione di nuove competenze pedagogiche specifiche necessarie per affrontare la complessità dei bisogni educativi di oggi.
    La settimana dell’educazione va colta quindi come l’occasione per rinnovare insieme la coscienza di essere educatori in quanto adulti credenti.
    don Stefano Guidi
    Direttore Fom
    Responsabile del Servizio per l’Oratorio e lo Sport
    Arcidiocesi di Milano
  • Potente è la tua mano, Signore. Introduzione alla Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani
    “Potente è la tua mano, Signore (Es 15,6)” è il tema della Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani 2018: il cantico celebra la vittoria di Dio contro le forze del male in relazione all’evento fondatore della fede di Israele.
    In Diocesi è stato indetto un Sinodo minore dal titolo “Chiesa dalle genti”, che vuole rileggere i processi di cambiamento in atto per coglierne l’azione dello Spirito.
    Processi che riguardano tutte le chiese cristiane, anch’esse rinnovate dalla presenza di fedeli da tutto il mondo.
    Il programma della Settimana si caratterizza per le celebrazioni dei vesperi secondo le diverse tradizioni, così da offrire la possibilità di incontrare una comunità che celebra la sua fede.
    Il 25 gennaio nel Tempio Valdese, alla presenza di mons.Delpini, verrà celebrato il 20º anniversario dalla nascita del Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano, che ebbe un forte impulso dal cardinal Martini.
    Il cammino di questi anni è stato entusiasmante e non sempre facile: si sono superate le diffidenze iniziali con una stima fiorita in vera amicizia.
    La situazione oggi è molto diversa, come dice il convegno del 20 gennaio dal titolo “Ecumenismo 2.0”, teso a sottolineare ciò che lo Spirito sta suscitando.
    La serata per i giovani del 22 gennaio in sant’Ambrogio vede coinvolte le comunità giovanili ortodosse romene, copte, russe, e quella metodista che ha al suo interno un gruppo di giovani ghanesi; per la nostra Diocesi hanno collaborato la Pastorale Universitaria e i Movimenti.
    Una preghiera, una cena in cui ciascuno porta piatti tipici del proprio paese, e tanti canti natalizi (liturgici e popolari) delle diverse tradizioni eseguiti a turno dalle varie comunità.
    Incontrarsi e riconoscersi reciprocamente porta a scoprire che il cuore di ciascuno ha le stesse domande e gli stessi desideri, e l’affetto per la persona di Gesù ci fa sperimentare, nella diversità suscitata dallo Spirito, che siamo fratelli perché figli di un unico Padre.
    In allegato il volantino illustrativo.
    diac.Roberto Pagani
    Responsabile Servizio per l'Ecumenismo e il Dialogo
    Arcidiocesi di Milano

28 Gennaio 2018
Santa Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe
Giornata mondiale dei malati di lebbra

Festa della famiglia di Nazareth

Questa domenica, 28 gennaio 2018, la nostra Comunità Pastorale celebrerà la Festa della Famiglia.
  • Cuore della festa saranno le Ss.Messe domenicali, che saranno animate da famiglie della Comunità.
  • Ore 12:30 PRANZO DI CONDIVISIONE nel salone Oratorio Madonna di Fatima.
    Tutte le famiglie sono invitate a essere protagoniste della festa ed a portare un piatto da condividere con tutti. Il primo piatto sarà offerto dalla Comunità.
    Durante il pranzo verrà dedicato uno spazio di solidarietà per sostenere le famiglie in difficoltà della nostra Comunità, attraverso una lotteria.
  • Ore 16:00 presso il Salone dell'Oratorio di SG spettacolo teatrale “COME UNA SINFONIA” della compagnia teatrale parrocchiale I SENZATETTO.
  • Durante le Ss.Messe vengono presentate all’Altare, al momento dell’Offertorio, le intenzioni di preghiera per le nostre famiglie raccolte in queste settimane.

La Festa per la celebrazione degli Anniversari di Matrimonio sarà il 6 maggio 2018


Giornate Eucaristiche
da giovedì 1 a domenica 4 febbraio presso la Parrocchia di S.Giacomo

Giovedì 1º febbraio
Apertura ore 20:30 con S.Messa. A seguire Ora di Adorazione. Entrambi i momenti sono animati dai giovani. Non si celebra la S.Messa delle ore 20:45 a MdF. Orario normale delle Ss.Messe nelle altre parrocchie nei giorni successivi.
Venerdì 2 febbraio
Ore 8:45 S.Messa. Dalle ore 9:30 alle ore 20:30 Esposizione del SS.Sacramento con turni di adorazione dei vari gruppi e movimenti (vedi prospetto alle bacheche).
Ore 20:30 S.Messa con la presenza della corale di SMN.
Sabato 3 febbraio
Ore 8:45 S.Messa. Dalle ore 9:30 alle ore 20:30 Esposizione del SS.Sacramento con turni di adorazione dei vari gruppi e movimenti (vedi prospetto alle bacheche).
Ore 20.30 S. Messa con la presenza del coro Musikè.
Domenica 4 febbraio
Chiusura delle giornate con la recita dei Vespri alle ore 16:00 e la Benedizione solenne.

Ulteriori dettagli sul volantino.


5 febbraio: festa di S.Agata
una cena in allegria

Senza differenza di età, festeggiamo S.Agata a Madonna di Fatima con una cena in allegria sabato 3 febbraio alle ore 19:30

Se vuoi partecipare dai il tuo nome nelle rispettive segreterie di SMN, SG e MdF, versando la quota di €20,00. Sarà rilasciata una ricevuta da presentare alla cena. Le iscrizioni entro il 31 gennaio p.v..


Giornata Nazionale per la Vita
domenica 4 febbraio

Il Movimento per la Vita di Meda sarà presente (a partire dalle Ss.Messe vigiliari del sabato) sul sagrato della chiesa di ciascuna parrocchia con la vendita di fiori (primule) il cui ricavato andrà a sostegno delle mamme in difficoltà.
Sui sagrati, presso gli stessi banchi vendita, si farà anche una raccolta di alimenti per l’infanzia (pastine, crema di riso, semolino, pannolini, Neolat n°1 e n°2, etc.). Ne hanno urgente necessità numerose mamme con bambini piccoli da assistere mentre le disponibilità attuali sono molto limitate. Quanto sopra potrà essere anche consegnato presso la sede del Movimento per la Vita in Piazza Cavour n°22 il martedì e mercoledì dalle ore 15:00 alle ore 17:00.
Sarà possibile anche aderire al Progetto GEMMA, per salvare una vita aiutando una mamma in gravi difficoltà economiche, versando un contributo mensile di € 10,00 per 18 mesi. Rivolgersi alla sede in piazza Cavour o a Loredana 3314740886.


Giornata per le missioni della Fraternità sacerdotale S.Carlo Borromeo
sabato 3 e domenica 4 febbraio

Proposta dal Gruppo Missionario Comunità Pastorale di Meda e gli Amici della S.Carlo di Meda anche quest’anno, presso la parrocchia di S.Maria Nascente.
Le Ss.Messe di sabato sera e domenica mattina saranno celebrate e concelebrate da don Giuseppe Cassina. All’uscita delle Ss.Messe vendita di torte e libri, il cui ricavato sarà devoluto alla Fraternità di S.Carlo Borromeo a sostegno delle sue opere missionarie.


È il momento per i genitori di scegliere per i propri figli l’Istituto scolastico con l’eventuale indirizzo di studio, ma anche di decidere se avvalersi dell’insegnamento dell’ora di religione cattolica, attraverso la quale aiutare i nostri giovani a una comprensione più profonda ed autentica del cristianesimo e della sua tradizione (vedi articolo di don Fabio sulla Voce della Comunità di questo mese).


Causa pia asilo infantile - Meda
Iscrizioni anno scolastico 2018/19 per i bambini nati nel 2013-2014-2015

Sono aperte le iscrizioni per le Scuole dell’Infanzia “Maria Bambina” –via Matteotti 21– e “Giovanni XXIII” –via Giovanni XXIII– presso le rispettive sedi dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 11:30. Chiusura entro martedì 6 febbraio o a esaurimento posti disponibili.


Viaggio nelle Marche dal 12 al 15 aprile 2018

La Comunità Pastorale ricorda il viaggio nelle Marche guidato da don Claudio previsto quest’anno dal 12 al 15 aprile. Iscrizioni presso Meda Adolfo (tel.036273171) fino ad esaurimento posti e comunque entro il 31 gennaio 2018. Si visiteranno: S.Leo, Urbino, Urbania, Pesaro, Sestino e La Verna. Per i dettagli vedere le locandine esposte, i volantini alle porte delle chiese e la Voce della Comunità di gennaio a pagina 21.


Comitato “Pro salone OSC”

Raccolta di oro e argento

Continua la preziosa iniziativa per la raccolta fondi per far fronte agli impegni contratti per finanziare l’ultimata ristrutturazione del salone polivalente dell’OSC. Se hai in casa una catenina rotta, o un braccialetto che non ti serve più o altri oggetti in oro e argento puoi farceli avere. Un grazie grande a tutti.

Avvisi per tutta la Comunità

  • Copie del quotidiano “AVVENIRE” con un inserto speciale per la GIORNATA PER LA VITA di domenica 4 febbraio saranno a disposizione questa domenica, 28 gennaio, presso la Buona Stampa di tutte e tre le parrocchie ed in Santuario.
  • Ora di Adorazione Eucaristica per le vocazioni e i sacerdoti: giovedì 1º febbraio alle ore 16:00 nella Cappella della Casa di Riposo G.Besana.
  • Incontro pubblico COSTRUIRE PONTI PER LA PACE - le infrastrutture che cambiano la geografia del mondo: giovedì 1º febbraio alle ore 21:00 presso la sala civica ex cinema Radio di Meda. Relatore sarà il dott.Gabriele Suffia, presidente del circolo ACLI Geopolitico e culture della materia di informatica giuridica presso l'Università degli Studi di Milano.
    L'iniziativa è uno dei numerosi eventi previsti dalla manifestazione IL CORAGGIO DELLA PACE. Il coordinamento è a cura dell'Associazione XAPURÌ di Lentate s/Seveso (www.xapuri.it).
  • S.Messa con benedizione delle candele: venerdì 2 febbraio, Festa liturgica della Presentazione di Gesù al Tempio e Giornata Mondiale della Vita Consacrata, alle ore 8:00 (SMN), ore 8:45 (MdF) ed ore 8:45 (SG).
  • Benedizione della gola dopo le Ss.Messe delle ore 8:00 (SMN) ed ore 8:45 (SG) di sabato 3 febbraio, Festa liturgica di S.Biagio.
  • Adorazione Eucaristica per la vita concepita promossa dai GRUPPI PRO VITA del Decanato di Seregno Seveso: sabato 3 febbraio presso il Santuario di S.Pietro Martire a Seveso, S.Messa ore 7:15 ed Adorazione Eucaristica dalle ore 8:00 alle ore 9:00, con possibilità di confessioni.

Parrocchia S.Maria Nascente

  • Per assicurare il regolare servizio in Buona Stampa occorrono dei nuovi volontari disponibili ad un turno mensile per le seguenti funzioni: S.Messa prefestiva ore 18:30 oppure S.Messa festiva ore 10:00. Lasciare i propri recapiti in segreteria o in sacrestia.

Parrocchia Madonna di Fatima

  • Movimento Terza Età e simpatizzanti: questa domenica, 21 gennaio, incontro di preghiera in chiesa alle ore 14:45; segue, in oratorio, momento di festa con tombolata e festeggiamenti per chi ricorda il proprio compleanno.
  • Inizia questa settimana la visita natalizia alle famiglie (rinviata il mese di dicembre per i problemi di salute di don Angelo) per un incontro e una preghiera: si passa verso sera, dalle ore 16:30 alle ore 20:00 circa, per le seguenti vie:
    Lunedì 22/01:
    via Ferrara, via Ticino dal n.1 al n.9 e dal n.21 al n.33
    Martedì 23/01:
    via Po dal n.115 al n.145, via Adria dal n.2 al n.19 (NO n.21 e 23)
    Mercoledì 24/01:
    via Adria n.21 e n.23, via Forlì, via Ravenna (NO n.8)
    Giovedì 25/01:
    Via Ravenna n.8, via Pordenone, via Gorizia, via della Cavalla, via Adda n.14 e n.15
    Venerdì 26/01:
    via Adda, via Tre Venezie

    Per il momento di preghiera in casa è bello accendere un piccolo cero sulla tavola: ogni famiglia può prenderne uno alle porte della chiesa.

Parrocchia S.Giacomo

  • Si cercano “baristi” che possano assicurare il servizio domenicale al bar dell’oratorio: per informazioni e per segnalare la propria disponibilità rivolgersi alla segreteria parrocchiale anche telefonicamente.

Pastorale Giovanile della Comunità

Iniziazione Cristiana
  • Continua la proposta del Mercoledì all'oratorio. Ogni mercoledì ci troveremo in OSC con gli animatori per giocare e preparare lo striscione della Festa di carnevale del 17 febbraio. Appuntamento in OSC alle 16:30.
  • «Mi dica lei se sbaglio»: vogliamo offrire ai genitori dei ragazzi dell’Iniziazione cristiana un percorso formativo in tre passaggi. Aprirà il dott.Aldo Zaboi evocando i luoghi e i momenti in cui incrociamo come adulti e genitori il tema dell’errore; la dott.ssa Claudia Polloni ci aiuterà a comprendere le dinamiche interiori che sono in gioco nel momento dell’errore e della correzione dello sbaglio; don Tommaso Castiglioni proporrà alla luce della Parola di Dio alcune linee sintetiche. A momenti di ascolto dei relatori seguirà la discussione con i presenti.
    Il primo dei tre appuntamenti è questo lunedì 29 (gli altri saranno il 5/02 ed il 12/02), presso il salone dell’OSC (via Cantore n.2), alle ore 21:00.
Incontri genitori preadolescenti e adolescenti
  • La Comunità Pastorale in collaborazione con la scuola S.Giuseppe e con il contributo e sostegno della Fondazione Monza e Brianza ONLUS organizza una serie di serate dal titolo RE-Insistenza Genitoriale rivolte in particolar modo ai genitori di ragazzi e ragazze preadolescenti ed adolescenti. Le serate si svolgeranno in forma di lezione frontale e laboratoriale, tratteranno tematiche importanti per questa stagione della vita dei genitori e saranno guidate dal dott.Aldo Zaboi e da don Fabio Ercoli.

Per ulteriori informazioni fate riferimento al volantino e alle locandine presenti nelle parrocchie.

Decanato Seregno-Seveso e Diocesi

  • Il Sinodo Minore “Chiesa dalle genti”, percorso di ascolto per una lettura matura dei cambiamenti
    Stessa religione cattolica, ma lingue e culture diverse. Come vivere la fede nelle parrocchie sempre più multietniche.
    APERTURA DOMENICA 14 GENNAIO 2018 alle ore 16:00 presso la basilica di S.Ambrogio (Milano) presieduta dall’Arcivescovo alla presenza dei Consiglio pastorale e presbiterale diocesani, dei Decani, dei Consigli pastorali decanali e di rappresentanti dei Consigli pastorali parrocchiali, delle comunità dei migranti, delle associazioni e dei movimenti.
    CONCLUSIONE SABATO 3 NOVEMBRE 2018

    Con l’intenzione di dare spessore e solidità ad un cammino di rinnovamento avviato ormai da anni, monsignor Mario Delpini chiede alla Diocesi di iniziare un percorso inedito, quello del sinodo minore. Si tratta, in un tempo relativamente breve (un anno), di attivare un percorso articolato e organizzato di ascolto e consultazione che porti il corpo ecclesiale ad una lettura matura dei cambiamenti che sta vivendo, nella convinzione che proprio dentro di essi va cercato il destino di grazia che Dio ci sta preparando. Come recita bene il titolo di questo sinodo minore (“Chiesa dalle genti”), ci è chiesto di leggere insieme come, in un periodo di grandi trasformazioni sociali e culturali, anche l’operazione di raccolta delle genti che lo Spirito santo compie da secoli qui a Milano stia conoscendo trasformazioni sensibili. C’è bisogno di un sinodo, per riuscire in un’operazione simile. Come nella precedente occasione (il sinodo 47º, nel 1995), riprendendo di quel sinodo il capitolo dedicato alla pastorale degli esteri. Questo testo chiede di essere adeguato ai cambiamenti che lo stanno interessando. Si tratta di comprendere come l’arrivo di nuovi popoli ci chiede non soltanto di attivare servizi di accoglienza e percorsi di integrazione, ma più profondamente ci chiama a realizzare una fraternità di diversi. Lo scopo di questo cammino sinodale è eminentemente pastorale. Ogni comunità cristiana, ogni realtà ecclesiale è invitata a reagire alle questioni poste da un testo che farà da guida al percorso sinodale. Ai consigli diocesani (pastorale e presbiterale) spetta il compito di fare sintesi del lungo momento di ascolto, trasformando le riflessioni raccolte in mozioni che verranno consegnate al Vescovo attraverso l’assemblea dei decani. Al centro di questo Sinodo non saranno i fenomeni migratori in quanto tali o l’impegno della Chiesa per l’accoglienza, da sempre oggetto di impegno per la Chiesa. Il tema che invece sarà messo a fuoco da questo percorso riguarda l’esperienza dentro le 1'107 parrocchie della Diocesi, la cui realtà è molto mutata in questi decenni anche per la presenza di cattolici provenienti da altre nazionalità, di lingue e culture diverse che però abitano la stessa comunità, sotto lo stesso campanile. Affinché si evitino due rischi, l’uno speculare all’altro: da un lato, che i cristiani migranti, una volta giunti a Milano, debbano pregare e celebrare solo tra di loro, per gruppi etnici o linguistici; dall’altro, che siano i cristiani “stranieri” a doversi adeguare al modo di essere chiesa preesistente. L’esito sarà una Chiesa maggiormente consapevole della propria cattolicità. Una Chiesa dalle genti che con la propria vita quotidiana saprà trasmettere serenità e capacità di futuro anche al resto del corpo sociale, aiutando a superare le paralisi e le paure con cui guardiamo spesso al fenomeno dei migranti. Una Chiesa dalle genti, una Chiesa in sinodo che intende vivere questo cammino proprio per restare fedele alla sua identità ambrosiana: come ai tempi di sant’Ambrogio, in continuità con il suo spirito.
    Mons.Luca Bressan
    Vicario episcopale
  • La Comunità adulta educante
    In vista della prossima Settimana dell’educazione (21-31 gennaio), è utile recuperare il significato di alcune parole particolarmente importanti.
    Quando parliamo di Comunità educante a chi ci stiamo riferendo? Nel vissuto quotidiano è immediato pensare all’insieme degli operatori pastorali dell’oratorio. Non è sbagliato, purché non si perda la consapevolezza che chi si dedica all’azione educativa può farlo solo se inserito in un vissuto ecclesiale vivo.
    Occorre andare oltre un’idea unicamente organizzativa della Chiesa e sentirsi inseriti nella richiesta del nostro Arcivescovo Mario: recuperare il desiderio di iniziare subito il Regno di Dio. Quando parliamo di Comunità educante vogliamo quindi riferirci alla Chiesa nel suo mistero e nella sua missione, visibili oggi in una Comunità concreta, fatta di uomini e di donne, bambini, giovani, anziani che amano, sperano, soffrono, in un particolare territorio. È una Comunità viva e cosciente di sé, che cammina con la cintura ai fianchi e il bastone in mano, pronta ad uscire per annunciare e vivere il Vangelo della gioia. Soltanto una Comunità che alimenta il desiderio missionario, può generare un’azione educativa vera e seria.
    Come ci ha insegnato il card.Martini, il vero credente non si esonera mai dalla responsabilità educativa. È un’affermazione forte che ci ricorda che, in quanto adulti, siamo sempre chiamati alla responsabilità e alla relazione educativa con i ragazzi in crescita. L’incontro con i ragazzi e i giovani ci provoca ad assumere peculiari responsabilità umane e sociali, soprattutto oggi che viviamo un contesto culturale in cui spesso sono proprio gli adulti a voler fuggire dalla loro condizione di maturità. In questo senso, la prima preoccupazione di una Comunità educante non è di formare, ma di formarsi!
    È inoltre bene ricordare che una Comunità può dirsi educante se sa riconoscere l’azione educativa del Padre verso di essa. Una Comunità deve quindi mantenere vivo il desiderio di incontrare la Parola del Vangelo, per rintracciare e assimilare lo stile educativo di Gesù, senza dimenticare la centralità di un vissuto fraterno intenso e l’acquisizione di nuove competenze pedagogiche specifiche necessarie per affrontare la complessità dei bisogni educativi di oggi.
    La settimana dell’educazione va colta quindi come l’occasione per rinnovare insieme la coscienza di essere educatori in quanto adulti credenti.
    don Stefano Guidi
    Direttore Fom
    Responsabile del Servizio per l’Oratorio e lo Sport
    Arcidiocesi di Milano
  • Potente è la tua mano, Signore. Introduzione alla Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani
    “Potente è la tua mano, Signore (Es 15,6)” è il tema della Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani 2018: il cantico celebra la vittoria di Dio contro le forze del male in relazione all’evento fondatore della fede di Israele.
    In Diocesi è stato indetto un Sinodo minore dal titolo “Chiesa dalle genti”, che vuole rileggere i processi di cambiamento in atto per coglierne l’azione dello Spirito.
    Processi che riguardano tutte le chiese cristiane, anch’esse rinnovate dalla presenza di fedeli da tutto il mondo.
    Il programma della Settimana si caratterizza per le celebrazioni dei vesperi secondo le diverse tradizioni, così da offrire la possibilità di incontrare una comunità che celebra la sua fede.
    Il 25 gennaio nel Tempio Valdese, alla presenza di mons.Delpini, verrà celebrato il 20º anniversario dalla nascita del Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano, che ebbe un forte impulso dal cardinal Martini.
    Il cammino di questi anni è stato entusiasmante e non sempre facile: si sono superate le diffidenze iniziali con una stima fiorita in vera amicizia.
    La situazione oggi è molto diversa, come dice il convegno del 20 gennaio dal titolo “Ecumenismo 2.0”, teso a sottolineare ciò che lo Spirito sta suscitando.
    La serata per i giovani del 22 gennaio in sant’Ambrogio vede coinvolte le comunità giovanili ortodosse romene, copte, russe, e quella metodista che ha al suo interno un gruppo di giovani ghanesi; per la nostra Diocesi hanno collaborato la Pastorale Universitaria e i Movimenti.
    Una preghiera, una cena in cui ciascuno porta piatti tipici del proprio paese, e tanti canti natalizi (liturgici e popolari) delle diverse tradizioni eseguiti a turno dalle varie comunità.
    Incontrarsi e riconoscersi reciprocamente porta a scoprire che il cuore di ciascuno ha le stesse domande e gli stessi desideri, e l’affetto per la persona di Gesù ci fa sperimentare, nella diversità suscitata dallo Spirito, che siamo fratelli perché figli di un unico Padre.
    In allegato il volantino illustrativo.
    diac.Roberto Pagani
    Responsabile Servizio per l'Ecumenismo e il Dialogo
    Arcidiocesi di Milano



Per ricordare

Modifiche orari Messe domenicali S.Maria Nascente

Da domenica 18 novembre, 1ª Domenica di Avvento, cambierà l’orario delle Messe domenicali che sarà il seguente:
  • in parrocchia alle ore 8.00, 11.00 e 18.30;
  • in Santuario alle ore 9.00.

É disponibile il numero di Dicembre 2018 della Voce della Comunità